Gulliver si assicura una posizione nel campo delle logistic apps

“L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIGITALE PER UNA LOGISTICA SEMPRE PIÙ SMART” INSIEME ALLA SCHOOL OF MANAGEMENT DEL POLITECNICO DI MILANO.

Il 10 Novembre 2016 si conclude un capitolo con il convegno “L’innovazione tecnologica e digitale per una Logistica sempre più SMART” dell’ Osservatorio Contract Logistics della School of Management del Politecnico di Milano con cui Gulliver ha collaborato durante la ricerca in quanto Sponsor e fornitore nel campo delle Logistic Apps.

Come dimostrano alcuni risultati della ricerca dell’Osservatorio, la logistica si dimostra sempre più complessa ma allo stesso tempo più Smart grazie alle nuove tecnologie. “Il digitale, nell'epoca della quarta rivoluzione industriale, è un elemento quasi imprescindibile per migliorare l'efficienza e l'efficacia dei processi, in particolare grazie ad un utilizzo sempre più intelligente e tempestivo delle informazioni” - afferma Gino Marchet, Direttore scientifico dell’Osservatorio Contract Logistics.

La ricerca ha misurato il grado di interesse per le nuove soluzioni tecnologiche, evidenziando come l'attenzione delle aziende si stia concentrando in particolare sulla visibilità dell’intero processo di distribuzione: una delle sfide storiche della logistica, oggi resa possibile da soluzioni che permettono di ottenere maggiore tempestività per il 50% dei rispondenti e tracciabilità delle informazioni per il 24%, oltre a migliorare efficienza (50%) e qualità (27%) del processo di distribuzione. Senza tralasciare i benefici per l'immagine aziendale (29% per le Logistics App) e la conformità normativa (15% per la dematerializzazione e digitalizzazione documentale).

Gulliver, ormai estremamente referenziata nel mondo dei trasporti, si assicura una posizione nel campo delle Logistic Apps.

Durante il convegno, clienti di Gulliver hanno infatti testimoniato e raccontato con orgoglio la loro esperienza nell’utilizzo della piattaforma MDC. Esperienze che vedono il trasportatore in grado di ricevere sul proprio Smartphone la lista delle consegne da effettuare, di prenderle in carico comunicando la propria posizione all’azienda, di leggere barcode e dematerializzare il ddt, di inviare la proof of delivery in tempo reale in sede e di assolvere al processo di qualità, segnalando anomalie o monitorando la temperatura per la consegna dei freschi per un’informazione tracciabile in tempo reale e molto altro ancora.

osservatori.net